Obbligo della società capogruppo di risarcire i soci esterni danneggiati dall’abuso dell’attività di direzione e coordinamento (Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza, 5 dicembre 2017 n. 29139).

La Corte d’appello di Messina con sentenza del 4 febbraio 2014 ha confermato la decisione del Tribunale della stessa città dell’8 maggio 2008, la quale, per quanto qui rileva, ha dichiarato improcedibile la domanda proposta nel gennaio 2007, ai sensi dell’art. 2497, comma 1, cod. civ., da IG s.r.l. ed M.A.P. , soci di...

Violazione delle norme in materia di obblighi informativi. Spetta all’intermediario dare la prova di aver agito con la specifica diligenza (Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza n. 29001/17; depositata il 5 dicembre).

1. Con citazione notificata gennaio 2006 A.M. evocava in giudizio la Banca Popolare di Bergamo s.p.a. per sentir dichiarare la nullità un contratto di investimento, avente ad oggetto l’acquisto di titoli obbligazionari emessi dalla Repubblica Argentina per un importo di Euro 80.000,00 con conseguente condanna della convenuta...

(Corte di Appello di Milano, sez. V Civile, sentenza n. 4793/17, depositata il 16 novembre) Revocato l'assegno divorzile a favore dell’ex moglie di (...).

1. Con ricorso depositato il 22.1.2016 Si. Be. ha proposto appello avverso la sentenza n.1842 emessa il 23.6.2015 dal Tribunale di Monza, che ha dichiarato il diritto di Mi. Ba. a conseguire, a titolo di assegno divorzile, la somma mensile di Euro 1.400.000,00 a far tempo dalla notifica del ricorso introduttivo del giudizio di scioglimento del...

Corte di Cassazione, sez. Lavoro, ordinanza 15 novembre 2017 n. 27110 (Episodi conflittuali e causa di mobbing).

1. che con sentenza in data 24 maggio 2012, n. 496/12, la Corte di Appello di Torino rigettava l’appello principale proposto da S.A. nei confronti del MIUR avverso la sentenza emessa tra le parti dal Tribunale di Alessandria, e accoglieva l’appello incidentale proposto dal MIUR nei confronti di S.A. , con condanna della S. a...

Azione revocatoria di atto di dotazione del trust e litisconsorzio necessario (Cassazione civile, sez. III, 03 Agosto 2017 n. 19376).

L'interesse alla corretta amministrazione del patrimonio in trust non integra una posizione di diritto soggettivo attuale in favore dei beneficiari ai quali siano attribuite dall'atto istitutivo soltanto facoltà, non connotate da realità, assoggettate a valutazioni discrezionali del trustee; conseguentemente, deve...

Assegnazione della casa familiare e terzo acquirente (Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza n. 25835/17; depositata il 31 ottobre).

1. R.M. ricorre per cassazione avverso la sentenza n. 50/15 della Corte di Appello di Lecce, sezione distaccata di Taranto, che ha respinto il gravame da essa proposto avverso la sentenza n. 1591/12 resa dal Tribunale di Taranto, di rigetto della domanda, avanzata dall’odierna ricorrente, di rilascio dell’appartamento di sua...

Cassazione Civile n. 22674/2017 del 27/9/2017 (Comunicazioni di cancelleria valide anche se il documento scansionato dal cancelliere ed acquisito ai registri informatici è senza firma digitale).

La comunicazione telematica di un provvedimento del giudice emesso in formato cartaceo, effettuata in data antecedente all'entrata in vigore del comma 9-bis dell'art. 16 bis d.l. n. 79/2012, seppur priva della firma digitale del cancelliere, deve ritenersi validamente avvenuta  ai fini della decorrenza del...

È sufficiente il patto parasociale stipulato con scrittura privata per disciplinare l’impegno a deliberare delle modifiche statutarie in una S.r.l. (Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza n. 13877/17)

E' principio comunemente ricevuto che i patti parasociali debbono essere tenuti distinti dagli atti di estrinsecazione e realizzazione dell’organizzazione societaria, quali appunto quelli di modificazione del contratto sociale, giacché i patti parasociali propriamente attengono non al piano organizzativo...

Responsabilità dell'intermediario finanziario (Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Prima Sezione Civile, Sentenza del 12.07.2017)

Non è sufficiente, per ritenere assolti gli obblighi informativi che gravano sull’intermediario finanziario, aver fornito e fatto sottoscrivere al cliente con propensione al rischio medio-bassa una serie di documenti, pur in osservanza delle disposizioni del T.U.F., qualora a ciò non si accompagni un’effettiva...

Diritto al risarcimento del danno per il padre di Eluana Englaro (Consiglio di Stato, sez. III, sentenza 6 aprile – 21 giugno 2017, n. 3058).

Il presente giudizio di appello costituisce l’ultimo segmento di un’articolata vicenda sostanziale e processuale, culminata nelle due pronunce del TAR per la Lombardia, n. 214 del 26 gennaio 2009 e di questa Terza Sezione n. 4460 del 2014. L’attuale processo non rimette in discussione gli esiti delle precedenti...

Intermediazione finanziaria - Cassazione Civile n. 12937 del 23 Maggio 2017

A fronte dell'inadempimento dell'intermediario, degli obblighi imposti dalla normativa di legge (TUF) e dal Regolamento Consob, l'investitore, contraente non inadempiente, ben può agire per la sola risoluzione dei singoli ordini di investimento nei quali il detto inadempimento si è consumato, fermo comunque...

Commissione Tributaria Provinciale Napoli - Sez. 20 - Sentenza 6210 del 22.03.2017 - Tassa concessione governativa per utenza telefonica - mancata prova di valido rapporto contrattuale utente e gestore.

Con sentenza n. 6210/2017, pronunciata in data 31/01/2017, depositata in segreteria in data 22/03/2017, la Commissione Tributaria Provinciale di Napoli ha posto in evidenza la necessità di un valido rapporto contrattuale tra utente e gestore telefonico, al fine della maturazione del credito, in favore dell’Agenzia delle Entrate,...

Corte di Cassazione, I Sez. Civ., Sentenza del 10/05/2017 n. 11504 - Parametro dell'indipendenza economica e dell'adeguatezza-inadeguatezza dei "mezzi" dell'ex coniuge richiedente l'assegno di divorzio, e la "possibilità-impossibilità di procurarseli.

Una volta sciolto il matrimonio civile o cessati gli effetti civili conseguenti alla trascrizione del matrimonio religioso - sulla base dell'accertamento giudiziale, passato in giudicato, che «la comunione spirituale e materiale tra i coniugi non può essere mantenuta o ricostituita per l'esistenza di una delle cause...

Gli obblighi informativi della Banca: Non sono sufficienti, né la consegna del prospetto informativo, né altre comunicazioni generiche e standardizzate.

Cassazione Civile, Sez. I, 7 aprile 2017, n. 9066 - In materia di intermediazione finanziaria, nelle operazioni di investimento, al cliente deve essere fornita un'informazione specifica e circostanziata sul prodotto finanziario, oggetto della negoziazione, non essendo sufficienti, a tal fine, né la consegna del prospetto...

Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 8919/17 del 6 aprile 2017 (Sanzione della Banca d'Italia ex art. 145 TUB e giudizio di regresso).

In mancanza di opposizione da parte della banca destinataria della sanzione amministrativa della Banca d’Italia, ai sensi dell'art. 145 TUB, la persona fisica che ha commesso l'illecito potrà spiegare le difese sul merito delle proprie responsabilità, nel giudizio di regresso. Le Sezioni Unite hanno...

Alienazione genitoriale – Abuso del diritto del genitore collocatario – Sanzione ex art. 96 comma III C.p.c. (Tribunale di Milano, 11 Marzo 2017).

Il termine "Alienazione genitoriale", per giurisprudenza consolidata, non integra una nozione di patologia clinicamente accertabile, bensì, un insieme di comportamenti posti in essere dal genitore collocatario, per emarginare e neutralizzare l’altra figura genitoriale; condotte che non abbisognano dell’elemento...

Sentenza della Corte di Cassazione n. 7278/17 del 22 Marzo 2017 (Inefficacia della cartella di pagamento notificata dopo i termini di legge).

La cartella di pagamento notificata dopo i termini di legge è inefficace. Al fine di chiedere l’annullamento della cartella, il contribuente dovrà rilevare l’intervenuta decadenza, nei confronti dell’ente impositore, quale soggetto passivo, titolare del credito. I giudici di legittimità hanno accolto il...

Popolari Venete: il Tribunale di Verona condanna la banca a risarcire l’azionista non adeguatamente informato (Tribunale di Verona, 25 marzo 2017, n. 687)

La valutazione di appropriatezza cui la banca è tenuta, prevista dagli art. 42 e 43 del Regolamento Intermediari Consob, prevede che venga valutata l’esperienza e la conoscenza dell’investitore. L’intermediario ha l’obbligo di valutare la conoscenza e l’esperienza del cliente in materia di investimento,...

Contratto bancario privo della sottoscrizione dell’intermediario: requisiti di forma-contenuto della dichiarazione della banca – nullità del contratto (Cassazione Civile, Sez. I, 14 marzo 2017, n. 6559)

Il contratto bancario carente della sottoscrizione dell’intermediario, esclude la sufficienza, ai fini della valida conclusione del negozio (comunque destinata ad operare ex nunc), di una qualsiasi dichiarazione in forma scritta, contenente la volontà della banca di avvalersi di quel contratto, imponendo invece la trasmissione...

Risarcimento danni avverso Banca - testimonianza del promotore finanziario - inammissibilità ex art. 246 c.p.c. - sussiste

Con ordinanza del 2 Dicembre 2016, aderendo all’orientamento della Corte Costituzionale (Corte Cost. sentenza n. 248/74), il Tribunale di Napoli Nord, Giudice Dott. Giovanni Di Giorgio, esaminate le richieste istruttorie dell’istituto di credito, rivolte ad ascoltare il promotore finanziario, quale testimone, in un giudizio avente...

Corte d'Appello di Bologna del 13/01/2017 n. 89 (Nullità del contratto quadro per mancata firma della Banca)

L’investitore appellante ha introdotto, per la prima volta, un’ulteriore ragione di nullità del contratto quadro, ovverossia il difetto di forma scritta, ex art. 23 del TUF (D.L. 58/1998), per assenza della sottoscrizione da parte della banca intermediaria. La C.d.A. ha accolto tale motivo di gravame, rilevando...

Concorrenza sleale compiuta dal terzo (Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza n. 7476/17; depositata il 23 marzo 2017)

Perché la commissione del fatto lesivo della concorrenza da parte di un terzo abbia rilievo, è necessaria l’esistenza di una relazione di interessi tra l’autore dell’atto e l’imprenditore avvantaggiato.  La Cassazione Civile n. 13071/2003) afferma "il principio per cui la concorrenza...

Consulta: sì alla trasmissione anche del cognome materno se c’è l’accordo (Corte Costituzionale, sentenza 21/12/2016 n. 286)

La Corte costituzionale ha depositato le motivazioni della decisione con cui l'8 novembre scorso ha dichiarato l'illegittimità della norma che non consente ai coniugi, di comune accordo, di trasmettere ai figli, al momento della nascita, anche il cognome materno. Con la sentenza n. 286/2016, dunque, la Consulta si limita a...

In materia di Disconoscimento di paternità, il termine di decadenza è sottratto alla disponibilità delle parti (Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza 13 gennaio 2017, n. 785).

In tema di disconoscimento di paternità, il termine di decadenza è sottratto alla disponibilità delle parti, dovendone, il giudice, accertare, ex officio, il rispetto e, correlativamente, l’attore fornire la prova che l’azione sia stata proposta entro il termine previsto. Art. 244 c.c. - L'azione...

Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza n. 24 del 3 Gennaio 2017 - Inadempimento dell'intermediario in tema di gestione patrimoniale inerente la violazione del parametro/benchmark.

Il benchmark rappresenta il termine di paragone per valutare l’operato del gestore, sicché fornisce all’investitore l’elemento essenziale per la valutazione del servizio offerto. È vano, pertanto, insistere sulla non vincolatività del parametro in sé e per sé considerata. Il...

Contratto bancario - Forma scritta ad substantiam ex art. 117 TUB - Contratto sottoscritto solo dal cliente - Perfezionamento del negozio mediante produzione in giudizio del documento - Revoca del consenso - Nullità.

Con la Sentenza n. 3379 del 16 Novembre 2016, il Tribunale di Bergamo conferma ormai l’indirizzo giurisprudenziale di legittimità enunciando il principio per cui in riferimento ai contratti per i quali la legge richiede la forma scritta ad substantiam ex art. 117 T.U.B., la produzione in giudizio di un modulo di conto corrente e di...

Onere della prova in materia di Demansionamento o Dequalificazione del lavoratore.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - Lavoro, sentenza n. 25019/16 del 6/12/2016) In materia di demansionamento o di dequalificazione, il lavoratore è tenuto a prospettare le circostanze di fatto, volte a dare fondamento alla denuncia, ed ha, quindi, il solo onere di allegare gli elementi di fatto significativi...

Violazione degli obblighi di regolare tenuta delle scritture contabili dell’amministratore ed ostruzione all’esercizio dei poteri di controllo del socio (Artt. 2625 e 2676 c.c.) - Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 47307/16 del 10/11/16

Con il provvedimento in epigrafe, la Corte d’appello di Salerno ha confermato la sentenza del 4 giugno 2013, con la quale il Tribunale della stessa città ha condannato I.G. alla pena di legge, riconosciute le circostanze attenuanti generiche con giudizio di equivalenza rispetto alle contestate aggravanti ed applicata la...

Indennità di rischio radiologico (Sentenza del Tribunale di Torre Annunziata n. 1379/2016)

Indennità di rischio radiologico - diritto al congedo aggiuntivo - accertamento compiuto dalla Commissione ex art. 120 del D.P.R. n. 38490 – Natura costitutiva - Prova In tema di indennità di rischio radiologico, non è ammissibile alcuna motivazione che giustifichi l'attribuzione del beneficio con...

Condannata a 30.000 euro di risarcimento la madre che scredita il padre davanti al figlio

Il Tribunale di Roma (Sentenza n. 18799/2016), chiamato a pronunciarsi sulla cessazione degli effetti civili del matrimonio tra due coniugi, ha confermato, in particolare, il regime di affidamento condiviso del figlio minore della coppia. Il Collegio, pur avendo riconosciuto l’idoneità genitoriale di entrambi i coniugi,...

Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza 14 giugno – 20 ottobre 2016, n. 21241 (Efficacia del provvedimento con il quale si stabilisce che il genitore non affidatario paghi pro quota le spese ordinarie per il mantenimento)

Il provvedimento con il quale, in sede di separazione, si stabilisce che il genitore non affidatario paghi pro quota le spese ordinarie per il mantenimento dei figli costituisce idoneo titolo esecutivo e non richiede un ulteriore intervento del giudice in sede di cognizione. ma ciò solo a condizione che il genitore creditore "possa...

Fallimento – Effetti – Per i creditori – Concorso dei creditori – Fideiussore del fallito – Pagamento del creditore dopo la dichiarazione di fallimento del debitore principale – Credito di regresso nei confronti del fallito

Cassazione civile, sez. I 17 gennaio 2008, n. 903 - Il credito di regresso del fideiussore che abbia pagato integralmente il creditore dopo la dichiarazione di fallimento del debitore principale fallito ha natura concorsuale in quanto, oltre a trarre origine da un atto giuridico anteriore all'apertura della procedura...

Le regole di adeguatezza si applicano anche al servizio di ricezione e trasmissione di ordini e di negoziazione di strumenti finanziari derivati (Cassazione Civile, Sez. I, 23 settembre 2016, n. 18702)

Anche nell’ambito delle operazioni in strumenti finanziari derivati, quali PUT, nonché in operazioni in COVERED WARRANT, l’intermediario è soggetto, anche nel contesto del servizio di ricezione e trasmissione di ordini agli obblighi di diligenza, di correttezza e trasparenza, di informazione, di comunicazione della...

Il termine di prescrizione dei diritto al risarcimento del danno decorre da quello in cui la produzione dei danno si manifesta all'esterno, divenendo oggettivamente percepibile e riconoscibile da parte del danneggiato.

Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza 5 aprile – 22 settembre 2016, n. 18606. Secondo il consolidato indirizzo di questa Corte, il termine di prescrizione dei diritto al risarcimento dei danno da responsabilità professionale inizia a decorrere non dal momento in cui la condotta del professionista determina...

Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite del 13 settembre 2016 n. 17989 (obbligazioni pecuniarie e domicilio del creditore)

Le obbligazioni pecuniarie, da adempiersi al domicilio del creditore, sono esclusivamente quelle liquide, delle quali, il titolo determini l’ammontare, oppure indichi i criteri per determinarlo senza lasciare alcun margine di scelta discrezionale, e i presupposti della liquidità sono accertati dal giudice, ai fini della...

Nullità del contratto bancario (conto corrente) ed in materia di intermediazione finanziaria (contratto quadro), alla luce della giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione

Alla luce della più recente ed ormai consolidata giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione, anche per i rapporti di conto corrente, così come per i contratti quadro, inerenti la contrattualità finanziaria, il contratto, privo di sottoscrizione da parte della Banca/Intermediario, è nullo. Tale...

Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 15761/16 del 29/07/2016 (Responsabilità del Comune ex Art. 2051 C.C.)

Responsabilità di cui all’art. 2051 c.c..  La S.C. rammenta innanzitutto che la responsabilità ex art. 2051 c.c. postula la sussistenza di un rapporto di custodia della cosa e una relazione di fatto tra un soggetto e la cosa stessa, tale da consentire il potere di controllarla, eliminarne i pericoli...

Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 15678/16; depositata il 28 luglio (Rapporto di lavoro, Dimissioni, Infermità)

A)  L’omesso esame di elementi istruttori non integra di per sé vizio di omesso esame di un fatto decisivo, se il fatto storico rilevante in causa sia stato comunque preso in considerazione dal giudice, benché la sentenza non abbia dato conto di tutte le risultanze probatorie. B)  L’atto delle dimissioni...

Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza 18 marzo – 19 luglio 2016, n. 14701

Alunno infortunato a scuola prima dell’inizio delle lezioni - Dall’iscrizione alla scuola deriva, a carico di essa, l’obbligazione di vigilare sulla sicurezza e l’incolumità dell’allievo nel tempo in cui questi fruisce della prestazione scolastica in tutte le sue manifestazioni.  La sentenza...

Cassazione civile, sez. I 26 maggio 2016, n. 10941 (diritto bancario)

Cassazione civile, sez. I 26 maggio 2016, n. 10941 - Pres. Maria Cristina Giancola - Est. Rosa Maria Di Virgilio. Contratti bancari – Conto corrente – Rimesse effettuate nel corso del rapporto – Imputazione agli interessi ex art.1194 c.c. – In caso di mancato affidamento e di mancato superamento del fido...

Cassazione civile, sez. lav. 12/07/2016 n. 14204 - LAVORO SUBORDINATO - Mansioni inferiori - Demansionamento

Il Tribunale di Perugia dichiarava con sentenza del 4.2.2011 l'illegittimità del trasferimento disposto dalla Cassa di Risparmio di Perugia nel confronti dl T.A., quadro direttivo dl primo livello, presso la filiale di (OMISSIS) nonchè il suo demansionamento nella detta filiale essendo stato adibito- dopo aver svolto in...

Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 30334/16 del 15/07/2016

Il determinarsi dell’evento dello stato di ansia e tensione della vittima, prescinde dall’accertamento di un vero e proprio stato patologico e non richiede necessariamente una perizia medica, potendo il giudice argomentare la sussistenza degli effetti destabilizzanti della condotta dell’agente sull’equilibrio psichico...

Cass. Civ., Sez. VI, sentenza 4 febbraio 2015 n. 2040 (Nullità del contratto)

Cass. Civ., Sez. VI, sentenza 4 febbraio 2015 n. 2040 - Nullità -  E’ consentito sollevare per la prima volta in sede di legittimità la questione di nullità di un contratto, a condizione che ciò non comporti nuovi accertamenti di fatto e che non si sia verificato un giudicato implicito...

Distinzione tra garanzia propria ed impropria

Sommario Premessa | La chiamata in causa di un terzo | La chiamata in garanzia in generale | Le diverse forme di chiamata in garanzia | La distinzione tra garanzia propria ed impropria | La chiamata in causa per garanzia impropria | Ha ancora senso la distinzione tra garanzia propria e garanzia impropria? | In conclusione |

Inapplicabilità del termine di 120 giorni alle ASL

In un mercato particolarmente gravato da lunghi tempi di pagamento, costituisce motivo di ulteriore ritardo nell'incasso del dovuto ai fornitori l'applicabilità del termine dilatorio in favore delle Asl. In questo contesto, si inquadra la sentenza del tribunale di Udine, a cui hanno fatto...

Cassazione civile, sez. I 17 aprile 2015, n. 7922 - Pres. Forte - Est. Didone.

In tema di gestione di patrimonio mobiliare, è configurabile la responsabilità dell'intermediario finanziario che abbia dato corso ad un ordine, ancorché vincolante, ricevuto da un cliente non professionale, concernente un investimento particolarmente rischioso, atteso che la professionalità del primo, su cui il...

Commissione Tributaria Provinciale, Lecce, sentenza 25/02/2016 n° 611

Commissione Tributaria Provinciale, Lecce, sentenza 25/02/2016 n° 611 Dopo la Commissione Tributaria Provinciale di Lecce (sentenza n. 611 del 25 febbraio 2016), anche quella di Napoli, sia pure tramite un’ordinanza in corso di causa, la n. 1817/2016, emessa lo scorso 12 maggio, che ha sospeso l’efficacia di una...

Strumenti finanziari derivati (opzioni Mib 30 Put e Call): nullità del contratto quadro e violazione delle regole di condotta

IL CASO CIRIO (Avv. Antonio Chicoli)

Nel novembre 2002 la società olandese Cirio Finance Luxemburg, facente parte del Gruppo Cirio, dichiarava la propria incapacità al rimborso del prestito obbligazionario emesso in data 03 novembre 2000 per un ammontare complessivo di euro 150 milioni e con scadenza prevista per la data del 03 novembre 2002. In data 07...

Rifiuto del lavoratore di trasferirsi / effetti (Cassazione Lavoro 5056/2016)

Cassazione Civile, sez. lavoro, sentenza 15/03/2016 n° 5056 La determinazione del luogo della prestazione lavorativa rientra nella potestà organizzativa datoriale ed incontra un limite solo nelle previsioni dettate in materia di trasferimento del lavoratore. Il trasferimento del prestatore di lavoro è regolato...

Orientamenti di merito sulla nullità del c.d. contratto quadro per vizio di forma

Come noto, ai sensi dell’art. 23 D.L.gs. n. 58/1998 (TUF), il contratto relativo alla prestazione dei servizi di investimento, c.d. “contratto quadro” o “master agreement”, che si traduce nel conferimento da parte di un cliente di un incarico gestorio alla Banca e che, quindi, ne disciplina in via generale le...

L'assegnazione casa coniugale non impedisce la vendita a terzi

L'assegnazione della casa coniugale costituisce un diritto personale di godimento, ma non è in alcun modo assimilabile ad un diritto reale. Infatti il bene oggetto della assegnazione, stabilita con provvedimento giudiziale, può ben essere venduto oppure oggetto di espropriazione immobiliare. Ovviamente all'acquirente...

Revocatoria e Simulazione

REVOCATORIA E SIMULAZIONE PRECOSTITUZIONE PREGIUDIZIEVOLE DI INCAPIENZA Il debitore che artatamente disegni, precostituisca ed attui la propria incapienza patrimoniale, alienando o donando beni di cui sia ancora titolare, per poi contrarre debiti ulteriori, fidando nell’oggettiva impossibilità di ripianarli, non...

Cassazione 2016 (la cancellazione dal registro delle imprese e i suoi effetti)

Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza 11 febbraio - 24 maggio 2016, n. 10694 Presidente Spirito – Relatore Carluccio

CdA Napoli: obblighi informativi per investimenti ad alto rischio

La sentenza della Corte di Napoli, III Sezione Civile, n. 4570 del 25/11/2015, conferma la linea tracciata dalla giurisprudenza di legittimità, oramai consolidata, che anche laddove fosse provato che l'investitore ha in passato praticato investimenti denotanti alta propensione al rischio, costituisce principio acquisito quello...

NULLITA' CONTRATTO QUADRO SENZA LA SOTTOSCRIZIONE DELLA BANCA (CASSAZIONE N. 8395/2016

Cassazione civile, sez. I, 27/04/2016, (ud. 10/02/2016, dep.27/04/2016),  n. 8395

Il divorzio breve

L'Assemblea della Camera dei deputati ha definitivamente approvato, il 22 aprile 2015, la proposta di legge C. 831 e abb.-B, relativa alla disciplina dello scioglimento del matrimonio. Il testo interviene sulla legge n. 898 del 1970, in modo da: -anticipare il momento della possibile proposizione della domanda di divorzio;

COVERED WARRANTS

I COVERED WARRANTS Il Covered Warrant è un titolo che incorpora un’opzione per acquistare o vendere un certo bene ad una data futura. È emesso da banche o imprese di investimento e quotato su mercati regolamentati. Gli emittenti di covered warrants quotati devono essere intermediari sottoposti a vigilanza...

DERIVATI (OPZIONI)

Le opzioni sono contratti finanziari che danno al compratore il diritto, ma non il dovere, di comprare, nel caso di opzioni call, o di vendere, nel caso di opzioni put

Inadempimento agli obblighi informativi di cui all'articolo 28 Reg. Consob n. 11522/1998

Inadempimento agli obblighi informativi di cui all'articolo 28 Reg. Consob n. 11522/1998 L'inosservanza dell'obbligo prescritto dall'art. 28 Regolamento Consob 11522/98 di informare l'investitore delle caratteristiche, della rischiosità e delle implicazioni della singola operazione costituisce grave...

DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2015, n. 23 ( JOB ACT )

DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2015, n. 23 Disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo  indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della legge 10  dicembre  2014,  n. 183. (GU n.54 del...

Responsabilità medica (Cassazione civile, sez. III, sentenza 13.02.2015 n° 2847)

Responsabilità medica, obblighi informativi, mancanza, condotta omissiva Cassazione civile , sez. III, sentenza 13.02.2015 n° 2847 La responsabilità medica conseguente alla mancata ottemperanza agli obblighi informativi è ricollegabile ad una condotta omissiva del medico, in termini di mancata somministrazione...

LA RESPONSABILITA’ DELLA BANCA NELLO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI COLLOCAMENTO (Avv. Antonio Chicoli)

Il tema della responsabilità dell’intermediario da attività di collocamento origina “storicamente” dal più ampio problema della “responsabilità da prospetto”, e, più precisamente, nel momento in cui si è posta la questione se a fronte della violazione delle norme relative...

Rapporto tra il socio e la cooperativa della piccola pesca costiera sotto le dieci tonnellate (Diritto del lavoro)

Rilevante decisione n. 8276 del 23 marzo 2010 del Tribunale di Napoli – Sezione Lavoro, in materia cooperativistica. In particolare il giudice di merito ha esaminato il rapporto tra il socio e la cooperativa della piccola pesca costiera, sotto le dieci tonnellate. La decisione è avvenuta dopo che un lavoratore della piccola pesca...

Trattamento illecito dei dati personali. Indebita segnalazione presso la Centrale dei Rischi della Banca d’Italia. Violazione degli obblighi previsti dal Testo Unico Bancario. Danno non patrimoniale.

Con sentenza n. 1256/2013, pubblicata in data 24/04/2013, il Tribunale di Nola, II Sezione Civile, Giudice in composizione monocratica dott. Fabio Maffei, ha condannato un istituto di credito, per avere, con la propria condotta negligente, determinato l’indebita segnalazione dell’attore presso la  Centrale Rischi della Banca...

Contratto quadro - Forma scritta - Contratto sottoscritto solo dal cliente - Perfezionamento del negozio mediante produzione in giudizio del documento - Revoca del consenso - Nullità.

Tribunale Napoli, 14 novembre 2011 - Pres. Fausta Como - Est. Alinante.   Contratto quadro - Forma scritta - Contratto sottoscritto solo dal cliente - Perfezionamento del negozio mediante produzione in giudizio del documento - Revoca del consenso - Nullità. Intermediazione...

Vendita di bonds Cirio – violazione obblighi informativi - risoluzione del contratto – inammissibilità – risarcimento del danno – ammissibilità [art. 21 TUF; art. 28, regol. Consob n. 11522]

Vendita di bonds Cirio, violazione obblighi informativi, risoluzione del contratto Tribunale Torre Annunziata, sez. II civile, sentenza 27.06.2007 n° 779 Vendita di bonds Cirio – violazione obblighi informativi - risoluzione del contratto – inammissibilità – risarcimento del danno –...

Intermediazione finanziaria - Giurisprudenza di merito - Tribunale di Napoli

http://www.unijuris.it/taxonomy/term/231,142

Cassazione civile, sez. I 17 aprile 2015, n. 7922 - Pres. Forte - Est. Didone.

In tema di gestione di patrimonio mobiliare, è configurabile la responsabilità dell'intermediario finanziario che abbia dato corso ad un ordine, ancorché vincolante, ricevuto da un cliente non professionale, concernente un investimento particolarmente rischioso, atteso che la professionalità del primo, su cui il...