Antonio Chicoli: scrittore, avvocato a torre del greco

STUDIO LEGALE CHICOLI

Avvocato ANTONIO CHICOLI - Civilista, esperto di Diritto dell'Intermediazione Finanziaria, opera in materia di Diritto Societario e Crisi d'impresa, Diritto del Lavoro e Diritto di Famiglia. Titolare Responsabile Ufficio Legale di Impresa, si occupa di vertenze inerenti la materia commerciale, fallimentare e bancaria, la responsabilità civile, contrattuale ed extracontrattuale. Assiste la clientela in ambito giudiziale, stragiudiziale ed innanzi ad organismi di mediazione, nei casi di responsabilità contrattuale degli intermediari finanziari, nella prestazione dei servizi di investimento, per violazione delle norme di comportamento e regolamentari, in relazione a titoli obbligazionari e strumenti derivati, nonchè in materia industriale, marchi e brevetti.

RIFERIMENTI STUDIO:
Via Roma n. 4 80059 - Torre del Greco (Na) 
Centro Direzionale Is. F/10 80143 - Napoli 
Tel./Fax (+39) 081 849 65 20 
Mobile (+39) 347 54 08 916 
E-mail: avvchicoli@libero.it 
Pec: antonio.chicoli@ordineavvocatita.it
C.F. CHC NTN 68H24 A669U - P. IVA 0359 744 12 15 

"Nessuno che ti abbia preso del tempo, si sente tuo debitore. Eppure il tempo è l'unica cosa che nemmeno l'uomo più generoso del mondo sarà mai in grado di restituirti" (Seneca).

Notizie in pillole (agg. Ottobre 2022)

L’infortunio sul lavoro per Covid-19 non è collegato alla responsabilità penale e civile del datore di lavoro - Il datore di lavoro risponde penalmente e civilmente delle infezioni di origine professionale solo se viene accertata la propria responsabilità per dolo o per colpa. ROMA - In riferimento al dibattito in corso sui profili di responsabilità civile e penale del datore di lavoro per le infezioni da Covid-19 dei lavoratori per motivi professionali, è utile precisare che dal riconoscimento come infortunio sul lavoro non discende automaticamente l’accertamento della responsabilità civile o penale in capo al datore di lavoro. Sono diversi i presupposti per l’erogazione di un indennizzo Inail per la tutela relativa agli infortuni sul...

Corte di Cassazione, I Sez. Penale, sentenza n. 31596 del 24 agosto 2022 (Stalking indiretto o per interposta persona).

Nel reato di atti persecutori (stalking) può non esservi coincidenza tra soggetto passivo e destinatario materiale della condotta, in quanto lo stato di ansia, paura o timore, che integra la fattispecie, può essere indotto nel primo anche da comportamenti ai danni di terze persone, legate alla vittima da vincoli qualificati; occorre però, in questo caso, che l'autore del fatto agisca nella consapevolezza che...

Cassazione civile sez. lav. - 15/07/2022, n. 22381 - Mobbing, risarcimento; ammissibilità in ambito scolastico.

  - che, con sentenza del 24 settembre 2015, la Corte d'Appello di Roma, in riforma della decisione resa dal Tribunale di Roma, sulla domanda proposta da F.R. nei confronti del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca nonché del Liceo (OMISSIS) di Roma, avente ad oggetto la condanna dei convenuti al risarcimento dei danni patiti per effetto dell'illegittima condotta, integrante una ipotesi di...

Napoli, dipendente malato vittima di soprusi, sarà risarcito dall'amministrazione comunale www.ilmattino.it).

«Il tribunale di Napoli ha condannato l'amministrazione comunale della città partenopea al risarcimento del danno da straining, una particolare forma di mobbing, per avere, in un lungo periodo di tempo, adottato una condotta mobbizzante nei confronti di un dipendente, malato oncologico, che ha dovuto subire soprusi e prevaricazioni, al di là di ogni ragionevole rapporto di subordinazione. Il giudice ha accolto il ricorso dell'avvocato Antonio Chicoli e l'istruttoria ha accertato anche il danno biologico patito dal dipendente comunale, condannando il Comune di Napoli a pagare l'importo di oltre 50mila...