Antonio Chicoli: scrittore, avvocato a torre del greco

STUDIO LEGALE CHICOLI

ANTONIO CHICOLI - Scrittore "Solo per diletto" - Avvocato Civilista, esperto in Diritto dell'Intermediazione Finanziaria. Si occupa di Diritto Societario, Diritto del Lavoro e Diritto di Famiglia. 
ANTONIO ARINELLI - Avvocato Penalista, esperto in Diritto Penale Tributario. Si occupa di reati Societari e Fiscali.
GUGLIELMO PELUSO - Dottore Commercialista - Revisore dei conti e componente della Commissione di Diritto Societario dell'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli.

"Bisognerebbe che ogni avvocato, per due mesi all'anno, facesse il giudice; e che ogni giudice, per due mesi all'anno, facesse l'avvocato. Imparerebbero, così, a comprendersi e a compatirsi e, reciprocamente, si stimerebbero di più" - Piero Calamandrei

Notizie in pillole

In caso di apertura di credito conclusa per facta concludentia, le condizioni economiche devono essere indicate nel contratto di conto corrente (Cassazione Civile, Sez. I, 22 novembre 2017, n. 27836). In materia di disciplina della forma dei contratti bancari, l’art. 3, comma 3, della legge n. 154 del 1992 e, successivamente, l’art. 117, comma 2, del t.u.l.b., abilita la Banca d’Italia, su conforme delibera del CICR, a stabilire che «particolari contratti» possano essere stipulati in forma diversa da quella scritta, sicché quanto da queste autorità stabilito circa la non necessità della forma scritta «in esecuzione di previsioni contenute in contratti redatti per iscritto» deve essere inteso nel senso che l’intento di agevolare «particolari modalità...

Il piano finanziario "4You" determina un grave squilibrio contrattuale, meritevole di tutela (Corte di Cassazione, sez. VI Civile, Ordinanza n. 3679/19 del 7 febbraio 2019).

La Corte d’appello di Firenze, con sentenza n. 715/2017, pronunciata in un giudizio promosso, con citazione del gennaio 2007, da G.O.V. nei confronti della Banca Toscana spa, al fine di sentire dichiarare la nullità, anche per violazione dell’art. 1322 c.c., l’annullamento, per vizio del consenso, l’inefficacia, per violazione della normativa a tutela del consumatore, del contratto denominato...

La domanda revocatoria deve specificare anche la natura del credito, non solo l’ammontare (Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 3363/19; depositata il 5 febbraio 2019).

Serit Sicilia s.p.a. (poi Riscossione Sicilia s.p.a.) convenne in giudizio innanzi al Tribunale di Catania M.P. e M Store 5 s.r.l. proponendo domanda revocatoria ai sensi dell’art. 2901 c.c., della vendita di esercizio commerciale ai fini del recupero del credito ammontante ad Euro 1.010.196,50. A seguito di provvedimento del giudice che disponeva l’integrazione della domanda per l’indeterminatezza dell’oggetto della...

Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155 - DECRETO LEGISLATIVO 12 gennaio 2019, n. 14; pubblicato in G.U. del 14 febbraio 2019, n. 38, Suppl. Ord. n. 6.

DECRETO LEGISLATIVO 12 gennaio 2019, n. 14; pubblicato in G.U. del 14 febbraio 2019, n. 38, Suppl. Ord. n. 6 Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155. 1. Il presente codice disciplina le situazioni di crisi o insolvenza del debitore, sia esso consumatore o professionista, ovvero imprenditore che eserciti, anche non a fini di lucro, un'attivita' commerciale, artigiana o agricola, operando quale persona fisica, persona giuridica o altro ente collettivo, gruppo di imprese o societa' pubblica, con esclusione dello Stato e degli enti pubblici. 2. Sono fatte salve le disposizioni delle leggi speciali in materia di: a) amministrazione straordinaria delle grandi imprese. Se la crisi o l'insolvenza di dette imprese non sono disciplinate in via esclusiva,...